MENU
Barcelona city guide

Visitare il quartiere di L'Eixample a Barcellona

Visitare il quartiere di L'Eixample a Barcellona

Come visitare la zona del'Eixample a Barcellona?

Il Eixample esiste soltanto dal 1860. È stata costruito dopo la demolizione dei muri medievali. Oggi è un gran quartiere commerciale e residenziale. Con le sue strade perpendicolari, da un’altro aspetto alla città. La piazza d’Or, la quale è come un piccolo museo all’aperto, contiene il più gran numero di palazzi modernistici della città. Le loro facciate sono fatte di varie materie: legno, ferro, vetro, e ceramica. È un vero piacere architetturale.

Il nome Eixample vuol dire estensione.

Queste gite sono dei tragitti da seguire. Vi portono da un posto all'altro in maniera logica. Approffitate anche dei bellissimi negozi e ristoranti che vi abbiamo inidicato sulle nostre liste d'indirizzi. Fa tutto parte della scoperta della città.

 

Altre informazioni che possono interessarti:
Cosa vedere a Barcellona : consigli che vi permetteranno una volta sul posto di scoprire la città in un'altro modo.

Per prenotare hotel nel quartiere del Passeig de Gràcia 

 

 

 Buona visita del Eixample:

 

 

1-La casa Calvet***

Casa Calvet - Monumento

Seguite la B: raccomandiamo questo luogo

Casa Calvet - Gaudi - Barcelona

 

Casa Calvet - Gaudi - Barcelona

Casa Calvet - Gaudi - Barcelona

La Casa Calvet, le quale fù costruita sia come casa che come uffici per il proprietario di una fabbrica di tessuti, Pere Calvet, è la prima e la meno immaginosa della tre case del quartiere Eixample costruite da Gaudi. I punti interessanti di questa casa sono la facciata di dietro, la decorazione della galleria principale, e le forme dei mobili, i quali sono puramente organici e unici, sopratutto comparati a quelli che esistevano prima. I dettagli che fanno della facciata un lavoro unico sono i simboli: sopra alla porta c’è l’iniziale del proprietario, C, e accanto a questo c’e un cipro, il simbolo dell’ospitalità.
 Al primo piano, sempre all’esterno, ci sono dei rilievi di funghi perche il Calvet ne era un appassionato. Sopra alla galleria principale della casa c’e un gran corno pieno di cibo, e una corona di tre teste, le quali rappresentano San Pietro (il patrono del Calvet), San Genesio di Arles e San Genesio di Roma, i due patroni di Vilassar, nel Maresme, da dove la famiglia proveniva.
La Casa Calvet non si visita ma potete in compenso rendersi al ristorante Casa Calvet. Un modo eccellente di vedere quest'edificio dell'interno.
 

Indirizzo : C. De Casp,48
Ore di apertura : Non si può visitare.
Telefono : + 34 93 412 40 12
Metro/Bus : Metro: L4 L1 Urquinaona / Bus: 17, 39, 45, 47, 62, B21

2-Passeig de Gràcia

Passeig de Gracia - Monumento

Passeig de Gràcia

Passeig de Gràcia

Passeig de Gràcia

Fin dall’inizio il Passeig de Gràcia era stata concepita come la grande via di Barcellona. È la sua strada più elegante e uno dei luoghi più noti per l’architettura della città, piena di palazzi modernistici, molti dei quali ospitano negozi bellissimi, di gioielli, di vestiti e di regali. Il numero e la qualità dei palazzi non hanno rivale in tutta Barcellona. Le origini di questa strada rimontano all’epoca Romana, quando la via era connessa alla Via Augusta. Nel medioeveo le porta della città che dava sua questa strada era il Portal dels Orbs (la porta degli ciechi), il quale oggi si chiama il Portal del Angel ed è una strada riservata ai pedoni piena di nego.

Indirizzo : Passeig de Gràcia
Metro/Bus : Metro: L3, L2, L5 Passeig de Gràcia and Diagonal / Bus: 7, 16, 17, 22, 24, 28

3-Musica Museo. Museu de la Musica

Il Museo della Musica - Museo

Museu de la Mùsica

Museu de la Mùsica

Museu de la Mùsica

il Museo della Musica: Una creazione incredibile dell’architetto Puig e Cadafalch. Contiene una collezione impressionante di chitarre e altri strumenti musicali.

Articket: pass per 6 musei d'arte a Barcellona da 30€

Indirizzo : C/ Lepant, 150
Ore di apertura : Martedì, Mercoledì e Venerdì dalle 10 alle 18 e. Giovedi dalle 10 alle 21. Sabato e domenica, da 10 a 19 h. Chiuso il lunedì.
Telefono : 00 34 93 256 36 50
Metro/Bus : Metro: Diagonal / Bus: 6, 7, 15, 20, 22, 24, 26, 34, 39, 45

4-La Casa Milà***

Casa Mila - Monumento

La Pedrera o Casa Milá è un’altra delle imperdibili attrazioni per gli amanti dell’architettura modernista e del suo maggior esponente catalano: il maestro Gaudí.

Seguite la B: raccomandiamo questo luogo

La Pedrera - Gaudi

Facciata completamente sconosciuta per quest'ultima opera civile da Antoni Gaudí, Casa Milà è anche chiamata familiarmente la Pedrera (cava di pietra) poiché delle scogliere vicine a Barcellona furono la fonte d'ispirazione del grande architetto ma anche a causa dell'aspetto che offre la facciata ondulata dell'edificio. Si osserva infatti che l'edificio non comporta linee diritte, la facciata è concepita in tale modo che non si può tracciare verticali del tetto al suolo.
Poco apprezzato degli abitanti della città che la coprono di nomignoli - mucchio di pietre bianche, capannone per dirigibile, terremoto - Gaudí deve anche battersi con i suoi proprietari che rifiutano di pagare l'integrità del suo salario. A seguito di un processo impegnato dall'architetto e perso dall’Milà, quest'ultimo decide di versare i soldi ad un convento di religioso.Una storia tumultuosa per ciò che è ormai un monumento del modernismo catalano.

Prenota tuo biglietto salta fila per Casa Milà - La Pedrera da 22€

I finanziatori: Pere Milà i Camps e sua sposa.

In quest'inizio di XX secolo, Barcellona si arricchisce. La rivoluzione industriale è lanciata a piena velocità, la città si aumenta e si trasforma, la borghesia catalana si installa in residenze che fanno concorrenza d'audacia architettonica. Passeig de Gràcia è diventato una delle principali arterie della città ed è in molto logico che i migliori architetti si sfidano per progetti interposti. L'architetto Antoni Gaudí, la cui notorietà non è più da provare, vi termina Casa Batlló , ma anche la farmacia Gibert e la decorazione del bar Torino nel 1902, ultimi due edifici oggi scomparsi. Gaudí a quest'epoca aveva già ripreso il progetto della Sagrada Família dal 1884 e lavorava anche sul Parco Güell (1900-1914) e  Casa Vicens (1888) era già famoso.
È dunque sul cantiere di Casa Batllo che Gaudí incontra Pere Milà i Camps, un imprenditore ricco e promotore immobiliare desideroso anche di segnare la sua epoca con la creazione di una casa alla concezione innovatrice e di grande lusso.
Il progetto cominciato nel 1906 da Gaudí, diventerà effettivamente una delle residenze più emblematiche della città.

 

Volumi nuovi per l'epoca

La costruzione è costruita su una superficie di 1.835 m2 all'angolo del Passeig de Gràcia e della via di Provenza. Il primo piano destinato alla famiglia Milà occupa, in qualsiasi semplicità, 1.323 m2. L'edificio si compone di nove livelli, stato sospeso su da una terrazza. Questa struttura imponente accoglie in realtà due costruzioni appoggiate ed indipendenti, ciascuno con la sua porta d'accesso ed il suo pozzo di luce, che comunicano soltanto via il piano terra. L'unità delle costruzioni è resa da una facciata comune.

La Pedrera fu dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall’UNESCO nel 1984 come “opere di Antoni Gaudí" con il parco Güell, il palazzo Güell, la Casa Vicens, la facciata della natività e la cripta della Sagrada Família, la Casa Batlló e la cripta della colonia Güell.

La facciata scultorea della Casa Mila

Simbolo che segna Casa Mila, la sua grande facciata scolpita sotto forma d'onda ed i suoi 33 balconi di pietre coronati d'acciaio forgiato poiché alghe sono tuttavia di ragioni astratte. Forme ondulando, lavoro decorativo della pietra, effetti luminosi secondo l'ora del giorno, Gaudi desidera evocare l'onda lunga marina. Andò fino a disegnare ai selciati esagonali in ceramica dei marciapiedi attorno alla costruzione. Sono anche a ragioni marine, con polipi, stelle e conchiglie. La sua libertà creativa sarà limitata soltanto dagli eventi: una statua dedicata al vergine del rosario non fu mai installata sulla facciata a causa dei sollevamenti anticlericali del 1909.

 

La visita della Casa Milà : La terrazza

La costruzione è coronata da un tetto costruito sulla soffitta, dove Gaudí installò trenta camini, due giri di ventilazione e sei uscite di scale alle forme molto originali per creare una terrazza che somiglia ad un giardino autentico di sculture all'aria libera. Un paesaggio strano, su vari livelli, alle sculture funzionali coperte come al parco Guell di trencadis, questo mosaico a base di rottura di ceramiche. Una vista che abbaglia sulla città ed un paesaggio di cui non si cessa di cercare il significato simbolico. Alcuni vi vedono giganti, altri delle maschere o anche dei caschi corinzii. La scoperta del loro significato farà parte della vostra visita della Pedrera. La terrazza ha tuttavia la particolarità di essere aperta la sera per uno spettacolo audiovisivo di cui parliamo un po'più basso in questa pagina.

 

La visita dello spacio Gaudí

Lo spazio Gaudí è installato nei tetti formati di grandi archi di pietre che dà, al piano più sù, quest'aspetto sinuoso della terrazza. Questo museo è molto interessante da visitare poiché dà una descrizione generale dell'opera di Gaudí e del suo metodo di lavoro. Vi si trovano ad esempio i modelli della Pedrera, della Sagrada Familia, del parco Güell, della Colonie Güell e della Casa Batlló. Ma il più stupefacente forse è di scoprire la raccolta di mobili creati da Gaudi per decorare ogni parte della costruzione. Sedie, tavole, mobili, paraventi, impugnature di porta, serrature. Si prende tutta la dimensione della creatività e della precisione del padrone osservando il perfezionamento di ogni dettaglio di questi mobili.

 

L’Appartemento della famiglia Milà

Con piccole scale si scende in seguito verso la ricostituzione di un appartamento originale all'epoca dei Milà. Vedrete là, ogni dettaglio della decorazione era importante e poiché tutto doveva essere bello ma soprattutto funzionale. Una bella lezione di design di cui dovrebbero ispirarsi numero di architetti oggi ancora!

 

Prezzo del biglietto d'entrata a Casa Milà – La Pedrera

La Pedrera uno dei monumenti oggi il più visitato di Barcellona. L'accesso alla sua corte interna è libero. Il biglietto d'entrata permette di visitare il tetto terrazza, lo spazio Gaudi e l'appartamento. Si comincia per visitarla da la cima per ritornare con scale a in fondo della costruzione.
Vi consigliamo di comprare un biglietto salta fila che vi permetterà di scegliere la data e l'ora della vostra visita e così evitare le file d'attesa prevedibili per questo monumento.

  • Adulto + di13 anni tariffa normale: 22€
  • Da 7 ai 12 anni: 11€
  • 0 a 6 anni: gratuito
  • Studente 16.5€
  • Senior + di 65 anni: 16.5€

Un'Audio-guida è inclusa nel prezzo della visita. Esiste in due versioni: una versione breve di 40 minuti ed una versione lunga di 75 minuti. L'audio-guida è disponibile in catalano, spagnolo, inglesi, francesi, tedesco, portoghesi, italiano, russo, coreano, cinese e giapponese.

 

Orari Pedrera: visita di giorno con il nostro biglietto salta la fila:

  • Tutti i giorni di 9:00 a 20:30 (ultima entrata a 20:00)
  • 1° gennaio: 11:00 – 20:30 (ultima entrata a 20:00)

Prenota tuo biglietto salta fila La Casa Milà - La Pedrera da 22€

 

Il Biglietto « Gaudí’s Pedrera-The Origins »

In sera una seconda visita della Pedrera è possibile: si tratta di "Gaudí's Pedrera-The Origins”
Questa sera magica propone una serie di proiezioni in vari luoghi della costruzione ma anche uno spettacolo (in inglese) sul tetto.

 

Tariffe degli biglietti della visita notturna “Gaudí's Pedrera-The Origins”

  • Adulto oltre 13 anni tariffa normale: 34€
  • Dai 7 ai 12 anni: 17€
  • Di 0 a 6 anni: gratuito

Gli orari per lo spettacolo audiovisivo “Gaudí's Pedrera-The Origins”

  • Dal 4 gennaio al 2 marzo: della lunedì a domenica, di 19:00 a 21:00
  • Dal 3 marzo al 1° novembre: della lunedì a domenica, a partire da 21:00
  • Dal 1° novembre al 24 dicembre: della lunedì a domenica di 19:00 a 21:00.
  • Dal 26 dicembre al 3 gennaio: della lunedì a domenica di 21:00 a 23:00.

Vostri biglietti per lo spettacolo notturno “Gaudí's Pedrera - The Origins” da partire da 34€

 

 

Dove si trova la Pedrera?

Indirizzo:: Passeig de Gràcia, 92. 08008, Barcellona.

Tel. +34 902 202 138

  • Auotbus: 7,16,17, 22, 24 and V17.
  • Metropolitana: lines 3 and 5, station de Diagonal.
  • FGC: Provença-La Pedrera.
  • RENFE: Passeig de Gràcia.
Indirizzo : C. Provença, 261-265.
Ore di apertura : Inverno: Aperto tutti i giorni dalle 9h00 alle 18h30. Estate: dalle 10h00 alle 20h.
Telefono : +34 902 202 138
Metro/Bus : Bus: 7,16,17, 22, 24, 28 // Metro: lines 3 and 5, Diagonal.

5-La Manzana de la Discordia***

Manzana de la Discordia - Monumento

Seguite la B: raccomandiamo questo luogo

Casa Batllo - Gaudi - Barcelona

Casa Lleo Morera Tel : 93 488 01 39. Aperto dal lunedì al sabato dalle 10h00 alle 19h00, e la domenica dall 10h00 alle 14h00

Casa Batllò Tel : 93 21 03 06. Aperto dal lunedì al sabato dalle 10h00 alle 14H00, e la domenica dalle 10h00 alle 18h00

Casa Amatler: Non può essere visitata.

 

Barcelona Casa Batllo - Gaudi

Casa Batllo - Gaudi

Il nome la Manzana de la Discordia (la mela della discordia) è un gioco di parole che usa la parola manzana, la quale vuol dire sia “mela” che “blocco di edifici”. Questo blocco di palazzi, creati dai tre architetti i più importanti dell’epoca – Puig I Cadaflach, Domènech i Montaner e Gaudì – hanno tre stili molto diversi l’uno dall’altro, il quale li rende ancora oggi un piacere visuale unico.

Indirizzo : Passeig de Gracia, 43
Ore di apertura : Della 9h 1 21h
Telefono : Casa Batllo: 00 34 +34 93 488 06 66
Metro/Bus : Metro: L3 Passeig de Gràcia

6-Fondazione Tapies ***

La Fondazione Tapies - Museo

Fundacio Tàpies

Eixample - Tàpies Museum 

In passato il palazzo opspitava la casa edittrice di Montaner e Simòn. Adesso ospita la FundacióAntoni Tàpies, la quale contiene una delle collezioni più complete dei capolavori dell’artista.

Troverete oggetti e quadri di ogni epoca della sua carriera.

 

Dopo due anni di lavori con il gabinetto di architetti Ábalos-Sentkiewicz, la fondazione ha riaperto le sue porte nel marzo 2010 con nuove sale di esposizioni ed una nuova entrata del museo che offre un più grande spazio in particolare per la libreria… Da vedere!!!

Articket: pass per 6 musei d'arte a Barcellona da 30€

Indirizzo : Aragó, 255
Ore di apertura : Aperto dal martedì alla domenica dalle 10h00 alle 19h00 // Chiuso 25 e 26 dicembre, 1° e 6 gennaio.
Telefono : +34 934 870 315
Metro/Bus : Metro: L3 Passeig de Gràcia

7- Avinguda del Tibidabo

Avinguda del Tibidabo - Monumento

Da tutte e due le parti di questa via ci sono degli sviluppi urbani modernistici che datano dall’inizio del ventesimo secolo e che sono stati creati dal farmacista Dr. Andreu. Troverete delle ville molto interessanti, disegnate da vari architetti diversi. La così detta “Tramvia Blau” (il tram blù) viaggia su e giù per questa via ed è l’unica che esiste anocra in Spagna oggi. Da qui avrete una vista magnifica di tutta la città.

Indirizzo : Avinguda del Tibidabo
Metro/Bus : Bus: 73, 123, 196

8- Parco Güell***

Parc Guell - Monumento

Seguite la B: raccomandiamo questo luogo

Parc Güell - Barcelona

Il Parc Güell é il secondo monumento più visitato Barcellona con 2.780.000 ospiti nel 2015. Una visita molto popolare, piena d'emozione, di magia e di sorprese in un luogo come solo Antoni Gaudí sapeva farle uscire da terra!

Attrazione principale, una ballata in questo parco vi faranno scoprire alcuni dei più bei simboli della città per citare ad esempio, la famosa salamandra in mosaico o anche la granda terrazza circondato di banchi ondulati che offre una vista che abbaglia sull'orizzonte.

Prenota tuo biglietto per il Parc Güell a 7€

Parc Güell è iscritto sulla lista del Patrimonio Mondiale dell'Unesco nel 1984 per il suo contributo allo sviluppo dell'architettura e delle tecniche di costruzione alla fine del XIX secolo ed all'inizio di XX secolo.

Parc Güell: una storia che ha fallito rovinato Antoni Gaudí!

La storia comincia nel 1900 quando Eusebi Güell, che darà il suo nome a questo parco come ad altre opere del modernismo catalano tale il Palau Güell, compera un terreno su una collina del Sud di Barcellona per fare una città giardino. Le mecenate che hanno fatto fortuna nel tessile in occasione della rivoluzione industriale della fine del XIX secolo fanno di nuovo chiamata all'architetto il più noto del momento : Antoni Gaudí.

Questa città giardino doveva comportare qualsiasi 60 casa. Ma il costo di costruzione esplose in tali proporzioni che sole furono completate due case ed il parco. I lavori presero fine nel 1914 ed il parco diventò 10 anni più tardi la proprietà della città di Barcellona.

Sola consolazione per Gaudi, poté comprare una di queste case allora che furono messe in vendita. Vi abitò fino alla fine della sua vita. È oggi la casa museo Gaudi, che si può visitare.

 

La città giardino era un concetto ne naviga in Inghilterra alla fine del XIX. Tipo di città razionale ed igienista, situato alla campagna, che offre un equilibrio tra occupazioni ed abitazioni, agricoltura ed industria. Gaudi si ispirò ma da lontano da questo modello inglese di « Garden City » di cui conservò al finale che il nome anglicizzato di Park Güell.

Da vedere all' Parc Güell : descrizione

Il parco di una superficie di 17 ettari è soprattutto un giardino, Gaudí vi ha creato un'opera originale tutto in curve che si integra alla natura o che cerca di riprodurrla con ad esempio le colonne delle piste che simulano tronchi di alberi. L'architetto voleva una zona residenziale incaricata di simboli della Catalogna e del cristianesimo.

Una grande parte del parco è in accesso libero. Ma la parte più interessante è ormai pagante.

 

 

L'accesso ed i padiglioni di Conciergerie

L'entrata principale si fa per la Carrer d’Olot. I due padiglioni sotto forma di funghi che inquadrano l'entrata sono stati costruiti per accogliere l'amministrazione della residenza ed il servizio di custodia. Sono oggi negozi di souvenirs.

 

La scala monumentale

Di fronte a voi, una volta passata l'entrata, la scala monumentale composta in realtà da molte scale e molte fontane di cui la più famosa è sotto forma di salamandra, una salamandra in mosaico ormai simbolo della città.

 

La sala ipostila e le sue 86 colonne inclinate

Sala ipostila (chiamata anche sala delle 100 colonne), composta da 86 colonne di 6m di cima, doveva fungere da mercato e fa riferimento ad una foresta. Tutte le sue colonne sono inclinate per sostenere meglio il carico della grande terrazza che si trova sopra. Molto ingegnoso,  queste colonne sono costruite in modo che l'acqua piovana sia recuperata in cisterne situate sotto il mercato per permettere l'innaffiamento ecologico dei giardini, come pure l'alimentazione delle fontane. Al soffitto di questa sala, cerchi di mosaici rappresentano le quattro stagioni ed i cicli lunari.

 

Il sedile ondulato ed i suoi mosaici colorati della Piazza Della Natura

La piazza della natura, concepita come un agora, si situa sopra la sala ipostila. È il luogo emblematico di parco. La conoscete senza averlo visto poiché il suo un sedile sinuoso rivestito di mosaici ed uno dei monumenti più fotografati una Barcellona. La panchina  misura 110m di lunghezza, si dice che è la panchina ondulata la più lunga del mondo. Ma e questo attira l'attenzione è la sua forma ergonomica concepita per sedersi piacevolmente ed i suoi famose mosaici.

Gaudi ha utilizzato qui la tecnica dei «  trencadis » che consisteva nel riutilizzare abbagliamenti di ceramiche di recupero per fare nuove ragioni decorative, tipiche dell'architettura modernista catalana. Questo banco è il più bello esempio.

 

Il parco ed il calvario

Una piccola marcia nel parco vi farà scoprire i giardini dell'Austria, un viadotto ed il calvario composto da tre croci, è più sù affatto della collina.

 

La Casa-Museu Gaudí

Gaudí visse 20 anni in questa casa diventata museo che molto interessante di visitare poiché vi si trova un'importante raccolta di opere del Maestro. Con in particolare al piano terra, un'esposizione di mobili concepiti da Gaudí per la Casa Batlló e per la Casa Calvet ed al primo per vedere l'ufficio e la camera dell'artista.

 

I prizzi per visitare il Parc Güell

L'entrata al parco è pagante dal 25 ottobre 2013: costa 8 euro sul posto piena tariffa. Essendo le entrate limitate vi consigliamo vivamente di comprarle in anticipo.

Ultimo consiglio: occorre sapere che i biglietti comperati in linea sono validi per spiagge orarie precise che è meglio rispettare per potere passare l'entrata senza fila d'attesa.

Compra tuo biglietto per il Parco Güell a 7€

Orari d’apertura del Parc Güell

  • dal 30 ottobre al 26 marzo: d'8:30 a 18:15 (ultimo accesso a 17:30)
  • dal 27 marzo al 1° maggio: d'8:00 a 20:30 (ultimo accesso a 19:30)
  • dal 2 maggio al 28 agosto: d'8:00 a 21:30 (ultimo accesso a 20:30)
  • dal 29 agosto al 29 ottobre: d'8:00 a 20:30 (ultimo accesso a 19:30)

 

Come arrivare al Parc Güell?

  • L'autobus 24 parte da Plaça Catalunya e li lascia non lontano dal parco.
  • In metropolitana, occorre scendere alle stazioni Lesseps L3 o Vallcarca L3 ed andare circa 20 minuti.

La stazione Vallcarca è situata in cima del parco dove dovrete soltanto scendere verso l'entrata principale. La stazione Lesseps è situata sotto il parco, dovrete dunque montare utilizzando tuttavia scale mobili

Indirizzo : Carrer D'Olot
Ore di apertura : Autunno-Inverno dal 25 ottobre al 23 marzo - di 08:30 a 18:00 // Primavera-Estate dal 24 marzo al 19 ottobre - da 8 a 21:30 h
Telefono : +34 902 20 03 02
Metro/Bus : Metro: L3 Lesseps & Vallcarca / Bus: 24 - 31 - 32 - 74 - 92
Ultimo commento
En hora buena
Omar (23 Mag 2012 - 09:45)
Son uno de los 3 mejores sitios para planear una visita a Barcelona, y vaya que he visitado muchos.. muchos :)
Aggiunga un nuovo commento Visualizzare i commenti

Vi Raccomandiamo

Per facilitare il vostro soggiorno a Barcellona: questi servizi o idee di cose da vedere, da fare..

    Hotel Barcellona Centro

    Hotel Barcellona Centro

    Nostri hotel preferiti

    Per voi, questa selezione dei nostri hotel favoriti nel centro di Barcellona. Mettersi nel centro permette di partire alla scoperta dai principali luoghi d'interesse della città semplicemente a piedi.

    Più
    Appartamenti Barcellona

    Appartamenti Barcellona

    Come a casa

    Per famiglie o gruppi di amici, l'affitto di appartamenti interamente forniti è una soluzione delle più economiche. Lasciate sedurre con la qualità delle nostre offerte.

    Più
    Visitare stadio Barcellona e museo del Camp Nou

    Visitare stadio Barcellona e museo del Camp Nou

    Tutto il Barcellona, con o senza guida!

    Una scoperta dello stadio Camp Nou, il suo museo, da soli o con una guida locale esperta del Barça. Scoprirete assolutamente tutti i servizi e soprattutto l'atmosfera di questo mitico stadio prima di visitare il negozio del Barcellona FC !

    Più
  • FC Barcelona Football tickets
    09/09/2017 FC Barcelona VS Biglietti Barcellona FC vs RCD Espanyol
    A partire da
    115€

    Prossima partita Barcellona

    La Liga Tickets - 09/09/2017

    FC Barcelona Tickets - Official Agent
    Prenota ora

3 comments

  1. En hora buena - Omar (23 Mag 2012 - 09:45)

    Son uno de los 3 mejores sitios para planear una visita a Barcelona, y vaya que he visitado muchos.. muchos :)

  2. ok - massy (7 Lug 2011 - 10:15)

    tra un mese vado per la prima volta a barcellona, le tue guide sono utilissime, ma la sagrada familia non l'hai messa?non si trova nel quartiere eixample?
    grazie ancora e se hai qualche dritta aiutami, non parlo lo spagnolo :) ma mi faccio capire

  3. Gaudiosa - Alfonso Cioccio (11 Mag 2011 - 09:45)

    Semplicemente "GAUDIOSA", avete reso la bellissima Barcellona ancor più interessante, stuzzicando il visitatore non solo ad andarci ma a ritornarci più e più volte. Complimenti per il sito.

Il vostro commento è stato bene registrato e sarà pubblicato dopo moderazione.

Chiudere